Solo nel bosco(俳句)

La natura come cassa di risonanza del mio stato interiore.

Il primo albero giallo è solo nel bosco, nessuno fra gli altri alberi si accorge che si sta incendiando.

Siamo due solitudini che si specchiano. Un haiku per fermare il momento.

Vortice nero

Scuote le foglie,

l’autunno mi risucchia.

Vortice nero.

https://superrare.co/artwork-v2/black-vortex-(%E4%BF%B3%E5%8F%A5)-4834

Quando l’umore nero non mi risucchia totalmente, ma mi lascia un po’ di energia per cercare di descriverlo, con le parole di un haiku, con i colori di un collage.

Aganis, rusalki, krivopete

Una fascinazione totale per queste figure mitologiche, che ho provato a rappresentare. Sono evanescenti ma insistenti, quando mi chiamano è difficile resistere, sono delle sirene qui digitali, ma non meno potenti.

A complete fascination for these mythological figures, which I tried to represent. They are evanescent but insistent, when they call me it is difficult to resist, here they are digital sirens, tough powerful.

https://superrare.co/artwork-v2/aganis-2-4705

Il caso non esiste

Alcuni giorni fa ho chiesto al prof. #angelofloramo un aiuto per una mia ricerca bibliografica, l’argomento era scegliere e poi studiare una figura femminile del passato che avesse a che fare con gli antichi riti sciamanici e cristiani dei miei luoghi, in particolare ad un luogo a me molto caro, sella Sant’Agnese, a Gemona del Friuli.

Ieri sera, mentre riguardavo le foto scattate in vacanza, mi è balzata agli occhi una, in particolare: un mosaico sulla cupola di una chiesa, raffigurante alcune sante, e fra queste lei, Sant’Agnese, che mi osservava dalla sua rarefatta altezza, tanto lontana per epoca e vissuto, tanto vicina per l’umana empatia che quegli occhi mi stavano trasmettendo.

Così, “il caso non esiste”, dice il saggio Huguei in Kung Fu Panda, Agnese mi ha chiamato quel giorno dall’alto della cupola, ha preteso una foto, ha voluto farsi scegliere fra tante bellezze, perchè vuole che racconti la sua storia attraverso il mio cuore.

Dalla pietra all’etere

In un tranquillo e noioso pomeriggio al fiume, mia figlia si è inventata qualcosa da fare, disegnando con un tizzone di un falò su una pietra. Era così bello che non ho resistito a lasciarlo andare, sciolto dalla pioggia. Lo lancio nell’etere, e rimarrà traccia di questo splendido lupo di pietra.